Home Acqua e Territorio Tutelare e promuovere le terre del Po. Convegno il 18 settembre a...

Tutelare e promuovere le terre del Po. Convegno il 18 settembre a Colorno

917
0
CONDIVIDI

In Aranciaia (piazzale Vittorio Veneto) venerdì 18 settembre, ore 16:00
Il Po e le sue terre, quelle che si affacciano lungo le sue sponde, sono aree dove ambiente e uomo da secoli si intrecciano in modo indissolubile.
Pur all’interno della pianura più antropizzata e produttiva d’Italia, le terre del grande fiume mantengono ancora ecosistemi unici e paesaggi d’incanto.
Attorno alle acque del Po si intrecciano enormi patrimoni di bellezze storiche ed artistiche e tradizioni gastronomiche uniche.
La tutela del Po e delle sue terre, ritrovando modalittà di sviluppo più armoniose, è un obiettivo primario non solo per il futuro di queste aree ma per l’intera pianura e per il mare Adriatico, naturale prosecuzione del fiume. Riuscire a leggere il fiume nel suo complesso al di là delle divisioni amministrative, garantendo unità di progettazione e gestione ai suoi ecosistemi, alle sue vie di trasporto, fluviali e ciclabili, alle sue opportunità turistiche e agroalimentari è un passaggio indispensabile per la tutela di cui necessita.
In questo senso l’esperienza delle aree MAB (man and biodiversity, cioè umono e biodiversità), riserve della biosfera riconosciute dall’UNESCO e valorizzate a livello internazionale, può essere un utile strumento per percorrere questa unità di approccio.

Aprono la discussione Lorenzo Frattini, Presidente Legambiente Emilia Romagna e Michela Canova, Sindaco di Colorno.
Ne parleranno con amministratori, cittadini ed associazioni presenti:
Fausto Giovanelli, Presidente Parco Tosco Emiliano che ha curato il recente riconoscimento MAB alle zone appenniniche, Francesco Puma, Segretario Generale Autorità di Bacino del Fiume Po, Pierluigi Viaroli, Dipartimento di Bioscienze Università degli studi di Parma, Massimo Spigaroli, Chef e promotore delle tradizioni locali, Damiano Chiarini, Presidente Associazione Persona Ambiente Casalmaggiore.
Modera la discussione Massimo Gibertoni, Legambiente Aironi del Po.