Home Emilia Romagna Prendete Igor, la “punta dell’iceberg”

Prendete Igor, la “punta dell’iceberg”

1308
0
CONDIVIDI

di Andrea Dal Cero

Che si chiami Igor, Ezechiele, Norbert, Caio o Sempronio: prendetelo.

Lui che la gente di queste pianure sempre dimenticate indica spesso come la punta dell’iceberg di tutti i problemi mai risolti e mai compresi. Lui che è forse arrivato tra di noi col vento di una nuova primavera finta come tutti i suoi travestimenti, o più probabilmente col freddo di un autunno umido e minaccioso come la sua trista figura di latitante assatanato.

Che sia vivo o morto, che sia dove lo state cercando o che sia riuscito a uscire dalla vostra zona rossa: prendetelo.

Lui che trasforma le nostre oasi naturalistiche nell’Onduras dell’Isola dei Famosi, che sputa sulla nostra storia e offende i nostri sentimenti. Lui che se ne frega delle convenzioni e della legge, che tanto è sempre lì anche se lo condannano, lo imprigionano e poi lo lasciano andare.

Che venga dalla Russia, dalla Bosnia o da Paperopoli: prendetelo.

E dopo cominciate ad occuparvi seriamente e con intelligenza del resto di quell’iceberg di problemi che la gente tra Bologna, Ferrara, Rovigo e Ravenna vi ricorda con rabbia e disperazione.

Fatelo, prima che contro quell’iceberg di paura e di minacce vada a sbattere la nostra vita e la nostra voglia di sorridere.

Fatelo adesso.