Home in Vetrina Non è la cripta della chiesa di San Giovanni, ma un luogo...

Non è la cripta della chiesa di San Giovanni, ma un luogo di culto medievale: tre metri di depositi alluvionali lo nascondevano

1426
0
CONDIVIDI

Adria (RO) – Scoperta nel 1830 sotto la chiesa di San Giovanni e genericamente ritenuta una cripta, oggi viene riscoperta come possibile chiesa altomedievale della città di Adria, sepolta da tre metri di depositi alluvionali nel corso dei secoli. A riscrivere la storia del sito e dell’intera cittadina veneta, fiorente città greco etrusca che diede il nome al Mar Adriatico, è stata Elisa Corrò, giovane geoarcheologa neo-dottorata in Storia Antica e Archeologia all’Università Cà Foscari Venezia. Dopo tre anni di studi negli archivi e di analisi sul campo tramite carotaggi, la studiosa ha dimostrato non solo che si era di fronte ad un edificio di culto sepolto, ma ha anche evidenziato come l’assetto topografico altomedievale si estendeva anticamente in quella porzione della città a nord del Tartaro-Canal Bianco, corso d’acqua di risorgiva che oggi occupa l’antico letto del fiume Po.

Leggi di più su ilgazzettino.it