Home Acqua e Territorio L’impianto di risalita della fauna ittica lungo il Po nella centrale Enel...

L’impianto di risalita della fauna ittica lungo il Po nella centrale Enel di isola serafini – riceviamo e pubblichiamo

2383
0
CONDIVIDI

Sono stati consegnati i lavori per la realizzazione di un impianto di risalita per la fauna ittica – una complessa struttura per il passaggio dei pesci – attraverso la centrale idroelettrica di Isola Serafini (PC), sul fiume Po. L’opera permetterà (dopo oltre 50 anni dalla costruzione della centrale, avvenuta nel 1962) di ripristinare le rotte di migrazione dei pesci lungo il Po, dal mare Adriatico fino anche al Lago di Lugano.

La realizzazione di tale struttura è uno degli obiettivi prioritari del progetto ConfluPo, cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito di LIFE 11/NAT11/188, che ha come Enti partner Regione Lombardia (capofila), Regione Emilia-Romagna, Agenzia Interregionale per il fiume Po, Autorità di Bacino del fiume Po, Consorzio Parco Lombardo della Valle del Ticino, Province di Piacenza e Rovigo, Società Graia.

L’appalto è stato aggiudicato all’ATI Consorzio Cooperative Costruzioni CCC – Soc. Coop. e Bassanetti e C. Srl per euro 3.645.800 (a cui si aggiungono euro 89.093 per oneri di sicurezza) e la conclusione dei lavori è prevista nella seconda metà del 2016.

Il programma dei lavori e le fasi costruttive dell’opera verranno illustrati in conferenza stampa giovedì 29 gennaio 2015 alle ore 11 presso la Centrale Enel di Isola Serafini (PC).  Saranno presenti i rappresentanti degli Enti promotori e sono invitati gli Enti locali del territorio.

 

Il progetto ConfluPo: nota di sintesi

Nell’ambito del programma Life promosso dall’Unione Europea per la salvaguardia della Rete Natura 2000, è stato finanziato il progetto LIFE 11 NAT/11/188 “Restoring connectivity in Po riverbasin opening migratory route for Acipenser naccarii and 10 fish species in Annex II” , identificato come ConfluPo.

Regione Lombardia è capofila, i partners di progetto sono la Regione Emilia-Romagna, l’Agenzia Interregionale per il fiume Po , l’Autorità di Bacino del fiume Po, il Consorzio Parco Lombardo della Valle del Ticino, le Province di Piacenza e Rovigo, la Società Graia, con Enel Green Power come ente cofinanziatore.

I soggetti sostenitori sono il Canton Ticino, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, le Regioni Piemonte e Veneto, la DG Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile e la Federazione italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee (FIPSAS).

Il progetto ha avuto inizio il 3 dicembre 2012 e si concluderà il 30 giugno 2017, e tra gli obiettivi prioritari ha la realizzazione di un passaggio per pesci presso la Centrale idroelettrica di Isola Serafini (nel Comune di Monticelli d’Ongina Pc), la più importante mai costruita nel nostro Paese, che permetterà di ripristinare le rotte di migrazione della fauna ittica per centinaia di chilometri dal mare Adriatico fino al Lago di Lugano, anche in sinergia con opere di analoga funzione attuate in questi ultimi anni in Regione Lombardia.

L’apertura di questo corridoio ecologico avrà positivi effetti, in particolare per alcune specie migratrici a rischio di estinzione e protette dall’UE quali storione cobice e anguilla, oltre a cheppia, cefalo, che necessitano di completare il loro ciclo vitale passando dalle acque dolci a quelle salate e viceversa.

Il budget complessivo del progetto è pari a € 7.088.476, di cui € 3.496.809 a carico del cofinanziamento comunitario, € 3.091.667 di cofinanziamento tra i partner, € 500.000 di cofinanziamento da parte di Enel Green Power. All’interno di tale budget, l’importo per la realizzazione del passaggio per i pesci ammonta a € 4.800.000.