Home Acqua e Territorio Approvato il bilancio di previsione 2016 del Consorzio di Bonifica Terre Dei...

Approvato il bilancio di previsione 2016 del Consorzio di Bonifica Terre Dei Gonzaga in Destra Po

1338
0
CONDIVIDI

di Siro Mantovani

Mantova – Approvati il Piano delle opere Ammonta e il Bilancio di Previsione 2016 del Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga in Destra Po, attivo su un’area nevralgica di 53.000 ettari di pianura in 21 comuni tra Mantova e Reggio Emilia, attraversata dall’autostrada del Brennero. Terra del Parmigiano Reggiano, del Lambrusco mantovano, dalla zootecnia specializzata e dell’orticoltura d‘eccellenza (meloni e zucche). Oltre 440.000 euro i soldi complessivamente investiti.
Contenuti e finalità del bilancio sono stati presentati da Ada Giorgi, presidentessa del Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga in Destra Po. “L’approvazione ha trovato l’unanimità del Consiglio – precisa – che ha condiviso necessità, obiettivi e modalità di attuazione. Da evidenziare l’aumento delle spese per il contenimento delle nutrie. Purtroppo permangono le conseguenze del post terremoto, con spese dirette per danni sugli immobili ed indirette per le consulenze. La normalizzazione è ancora lontana”.
Il direttore Raffaele Monica spiega che “gli input che provengono dal territorio costringono il Consorzio ad intervenire con sempre più intensità sulla manutenzione ordinaria (diserbi, espurghi, ripresa frane) cui si fa fronte con un significativo aumento delle spese. Le variazioni climatiche determinano nuovi modelli di gestione delle reti di scolo per limitare i possibili danni per alluvionamenti nelle zone antropizzate e nelle aree rurali”.
Per quanto concerne le spese più importanti, Monica evidenzia i 440.000 euro investiti sul ripristino dei canali e assicura che le operazioni termineranno entro l’anno. “Sistemeremo le frane conseguenti alle avversità del 2012 e 2013 nei comuni di Quistello, Schivenoglia, Borgofranco, Pieve di Coriano e Sermide – ribadisce il direttore – con 150.000 euro; altri 120.000 saranno impiegati per lo stesso motivo a San Benedetto Po, Pegognaga e Quistello; tutti soldi stanziati dall‘Assessorato all’Agricoltura della Regione Lombardia. 100.000 euro serviranno all‘adeguamento idraulico dei ponti sul Cavo Zenzalino, nel comune di Guastalla (fondi Assessorato Ambiente, Regione Emilia Romagna). Inoltre è previsto il ripristino dei danni generati dalla piena di Po nei comuni di San Benedetto Po, Quingentole e Revere, per 70.000 euro dati dall‘Assessorato a Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo della Regione Lombardia”.
Sempre il direttore Raffaele Monica, conclude informando che «agli interventi straordinari previsti nel capitolo delle gestioni speciali, si deve aggiungere l’inizio dei lavori per la costruzione della nuova contro chiavica di Agro Mantovano – Reggiano di Moglia di Sermide, con finanziamento del Ministero delle Politiche Agricole e della Regione Lombardia; l’opera ammonta a 7.800.000 euro, valore che corrisponde a circa due anni di contribuenza consortile. Infine, va ricordato che l’incremento di contribuenza minimale per l’irrigazione inferiore all’1%, è leggermente più contenuto rispetto quello dello scolo; ciò grazie alla ristrutturazione in corso all’impianto di sollevamento di Boretto, che favorirà economie di esercizio”.